skip to Main Content
Chiamaci per una visita gratuita 06 - 77201233
Dentista In Gravidanza: La Sua Importanza

Dentista in gravidanza: la sua importanza

Che rapporto bisogna mantenere con il dentista in gravidanza?

E’ importante continuare a seguire dei regolari appuntamenti e non trascurare l’insorgenza di eventuali problematiche per curare i denti in gravidanza tempestivamente?

Può sembrare una domanda banale, ma non sempre le pazienti in stato interessante sembrano curarsi molto della salute del loro cavo orale.

Ecco, quindi, perché è importante mantenere sempre il rapporto con il proprio dentista e non dimenticare la cura dei denti in gravidanza.

Dentista in gravidanza: prestiamoci attenzione!

foto di donna in stato di gravidanza

La gravidanza è una condizione fisiologica della donna, che determina molti cambiamenti a livello sistemico, in primis ormonali, ma in grado di coinvolgere vari distretti del nostro organismo.

Si tratta di un periodo molto delicato per la salute del cavo orale.

Le alterazioni ormonali e fisiologiche che accompagnano la gestazione possono determinare un aumento delle patologie odontoiatriche, rendendo necessario l’intervento del dentista.

In questi nove mesi, infatti, si va incontro:

  • ad una notevole alterazione dei parametri ormonali;
  • nonché a un calo delle difese immunitarie, che possono essere all’origine di carie, gengiviti, parodontiti o ispessimento delle gengive (epulidi gravidiche).

Gengivite in gravidanza

Sicuramente la patologia di gran lunga più diffusa in queste pazienti è la gengivite in gravidanza.

L’alterazione ormonale e del sistema immunitario determina un indebolirsi delle gengive, che risultano essere più vulnerabili a infiammazioni o infezioni.

Tutto, quindi, parte dalla gengivite, che se non trattata, può aumentare anche il rischio di sviluppare carie.

La gengivite in gravidanza causa un rigonfiamento delle mucose nelle quali si formano tasche tra dente e gengiva, dove si annidano i batteri responsabili della formazione della placca batterica.

Questa proliferazione di batteri nella bocca causa un accumulo di placca, carie e decadimento dello smalto che, se non trattati, potrebbero avere conseguenze più gravi.

Cure odontoiatriche in gravidanza: come e quando intervenire

dentista e gravidanza visita di una paziente

Le future mamme, considerando la particolarità del periodo, e il fatto che dalla loro salute dipenda anche quella del nascituro, sono dubbiose sul recarsi dal dentista in gravidanza.

Spesso si immaginano di poter posticipare le cure odontoiatriche in gravidanza, spostandole direttamente al termine di essa.

Ma alla gravidanza segue il periodo dell’allattamento, anche esso accompagnato da molte riserve sul curare i denti in gravidanza.

Questo atteggiamento, però, porta con se un aumentato rischio di peggiorare le situazioni del cavo orale patologiche, che in realtà potrebbero essere banalmente risolte se prese per tempo.

Sicuramente onde evitare ansie e preoccupazioni, la cosa migliore come sempre è PREVENIRE.

La prevenzione odontoiatrica, con visite di controllo e igiene orale professionale, è importante sempre e dovrebbe essere SEMPRE PERSEGUITA.

Questa diventa ancora più importante per le donne che stanno cercando una gravidanza.

Terapie odontoiatriche prima della gravidanza

Pertanto effettuare controlli ed eventuali terapie odontoiatriche prima di affrontare una gravidanza, rappresenta la soluzione migliore.

Esse permettono di iniziare la gestazione in condizioni ottimali per il cavo orale, prevenendo i rischi associati normalmente a questo periodo.

Parliamo di prevenzione odontoiatrica in gravidanza, anche nei mesi successivi.

Controlli trimestrali e igieni professionali ravvicinate nel tempo sono sicuramente lo strumento migliore per vivere una gravidanza serena e priva di  inconvenienti.

Si consiglia, infatti, di effettuare una ablazione del tartaro ogni tre mesi, se si è in stato interessante.

Questo ovviamente in assenza di ulteriori patologie a carico del cavo orale che saranno gestite con diversi appuntamenti.

Mal di denti in gravidanza: come comportarsi

donna affetta da mal di denti in gravidanza

Veniamo invece a come comportarsi se invece abbiamo mal di denti in gravidanza, o comunque una situazione di fastidio che necessita di essere analizzata.

Al manifestarsi di un mal di denti in gravidanza, si rende assolutamente necessario l’intervento del dentista.

Uno stato doloroso acuto o uno stato infettivo del cavo orale, se trascurato, rappresenta un pericolo maggiore per la salute della donna e del nascituro, rispetto a qualunque terapia applicata con scrupolosità medica.

Se non trattata, l’infezione presente nel cavo orale può diffondersi attraverso la circolazione ematica, raggiungendo l’apparato genito-urinario e intaccando successivamente la membrana amniotica, con conseguenti rischi per il feto.

Alcuni studi, dimostrano ad esempio una maggiore incidenza di parti prematuri e di nascite di bambini sottopeso in madri affette da parodontite in gravidanza.

Dentista in gravidanza: alcune norme comportamentali

Stiliamo, adesso, un elenco utili consigli per un corretto rapporto tra dentista e donna in gravidanza:

  • effettuare le terapie a partire dal SECONDO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA, bypassando terapie nel primo trimestre, periodo chiave per la formazione del feto;
  • evitare radiografie da parte del vostro odontoiatra, se siete nel primo trimestre, utilizzando strumenti diagnostici alternativi;
  • non optare per anestesie con adrenalina, prediligendo l’anestesia senza vasocostrittore;
  • evitare la prescrizione e quindi la somministrazione di medicinali nelle prime 12 settimane di gravidanza;
  • in casi critici si può somministrare cortisone o paracetamolo (tachipirina), mentre fra gli antibiotici, sono da preferire le penicilline, i macrolidi (per soggetti allergici alle penicilline) e le cefalosporine;
  • evitare l’utilizzo di aspirina per la sua azione antiaggregante, è sicuramente da sconsigliare durante l’ultimo trimestre di gravidanza, a causa di eventuali rischi di emorragia post-parto;
  • confrontarsi in una gestione multidisciplinare sempre tra professionisti: il dentista di norma deve contattare il ginecologo della paziente, per avere indicazioni e nulla osta all’intervento odontoiatrico;

Affrontare in sicurezza le cure odontoiatriche in gravidanza, non solo è possibile, ma si rende necessario per tutelare salute (orale e complessiva) della mamma e del bambino.

Riepilogo

pancia di donna incinta e scarpine neonato

Il periodo migliore per effettuare cure odontoiatriche in gravidanza è l’inizio del secondo trimestre: dalla 14° alla 20° settimana di gravidanza.

Prevenire evitando in caso di urgenza strumenti diagnostici pericolosi: sarebbe meglio se eseguissi un controllo radiografico completo prima di essere in stato interessante.

Avvalersi del parere di ginecologo e odontoiatra insieme.

Fare igiene professionale ogni tre mesi, anche nel primo trimestre di gravidanza.

Consigli finali per la cura dei denti in gravidanza

Per prevenire e minimizzare l’insorgenza di gengivite in gravidanza e carie, soprattutto nelle pazienti che presentano nausea e vomito durante lo stato interessante, consigliamo di:

  • consumare frequentemente piccoli quantitativi di cibo a basso contenuto calorico ma nutrienti, prediligendo frutta poco calorica e verdura (finocchi, mele);
  • effettuare sciacqui e se possibile lavare i denti dopo gli episodi di vomito con acqua in cui disciogliere un cucchiaino di bicarbonato di sodio (per contrastare e neutralizzare l’ambiente acido creatosi in bocca);
  • eseguire le normali manovre di igiene orali consigliate dall’igienista e utilizzare sempre il filo interdentale;
  • effettuare una visita odontoiatrica e una seduta di igiene orale professionale, se non sono state effettuate negli ultimi sei mesi;
  • è consigliata l’assunzione di fermenti e probiotici, che mantengono un buon livello di microflora del cavo orale e intestinale, minimizzando i rischi di insorgenza di infezioni in gravidanza.

Come avete potuto leggere, il dentista in gravidanza è una figura che non deve essere in alcun modo accantonata.

Ecco perché, presso il nostro studio dentistico di Roma San Giovanni, abbiamo sempre a cuore la salute delle nostre pazienti in stato interessante, delle quali ci prendiamo cura quotidianamente.

La prima visita presso il nostro Studio dentistico di Roma è senza impegno!

Ci troviamo a Roma, in Via Cappadocia 12-18.

Per richiedere un appuntamento puoi anche compilare il form che trovi di seguito!

[]
1 Step 1
Consenso privacy
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder