skip to Main Content
Chiamaci per una visita gratuita 06 - 77201233
Dente Scheggiato O Rotto: Ecco Cosa Fare

Dente scheggiato o rotto: ecco cosa fare

Ricorrere al dentista di fiducia per accadimenti come un dente scheggiato, rotto o fratturato, non è una rarità, tutt’altro.

Il rischio di addentare male un alimento e provocarsi una scheggiatura o rottura del dente, è sempre dietro l’angolo.

Basti pensare alle festività natalizie, dove si ricorre alle cure degli odontoiatri per curare denti lesionati o fratturati a causa di errate masticazioni di alimenti duri come i torroni.

Cosa fare quando si ha un dente fratturato

Quando si incorre nella rottura di un dente, la prima cosa che devi fare è andare al più presto dal tuo dentista.

Se aspetti giorni o settimane c’è il rischio che la frattura dentale progredisca, arrivi al nervo e determini infezione della polpa, con complicanze più serie.

Nel caso in cui la frattura dentale sia stata causata da un trauma, la cosa migliore da fare è portare allo studio dentistico la parte di dente spezzata – meglio se conservata in un ambiente alcalino (come il latte) o soluzione fisiologica – per provare a riattaccarlo.

Hai un dente scheggiato o rotto e non riesci a contattare o ad andare subito in uno studio dentistico – perché è il fine settimana o sei in vacanza?

In questo caso, attieniti a queste semplici regole:

  • evita cibi particolarmente duri;
  • non praticare la masticazione nella zona dove è fratturato il dente;
  • tieni la zona fratturata ben detersa.

Quest’ultimo punto è molto importante: poiché il tuo dente rotto è molto più debole del normale.

Se trascuri l’igiene orale i batteri possono proliferare e determinare l’insorgenza di lesioni cariose, arrivando con facilità alla zona del nervo.

Terapia in caso di dente scheggiato o rotto

Se il dente rotto o fratturato è un incisivo, la discriminante per la scelta terapeutica è capire se c’è o meno un interessamento della polpa dentaria, cioè della parte vitale.

Possiamo avere delle indicazioni in tal senso. Ad esempio:

  • se il dente fratturato è dolorante, pulsa, è dolente alla percussione;
  • oppure se è sensibile al caldo e al freddo.

Qualora si verificasse questa sintomatologia, è probabile che la frattura dentale sia profonda e arrivi fino alla camera pulpare.

Le condizioni di quest’ultima e la quantità di dente rotto rimasto determineranno la scelta del trattamento.

Ecco le 5 scelte terapeutiche che generalmente il dentista ti può proporre, in caso di dente spaccato.

Limatura di un dente scheggiato

Quando il dente si è solo lievemente scheggiato, non da dolore e graffia esclusivamente, il trattamento è molto semplice.

Si riduce una piccola porzione del dente scheggiato, quel tanto che basta per smussare l’estremità tagliente ed alleviare il fastidio.

Ricostruzione del dente in composito

A volte, la smussatura peggiora l’estetica del sorriso, perché il dente rotto o scheggiato può risultare troppo corto o con una forma diversa rispetto agli altri.

In questi casi si decide di optare per una piccola ricostruzione estetica, attraverso una ricostruzione con composito.

Nel passato, questi sistemi conservativi non esistevano.

Lo spezzarsi di un dente significava quasi sempre doverlo rimpiazzare con una corona, limandolo con grossi costi biologici, a meno che il danno fosse talmente leggero da poter essere smussato.

Oggi, fortunatamente, non è più così, grazie alla ricostruzione in resina composita!

ricostruzione con faccette estetiche su dente fratturato

Questo materiale plastico malleabile, infatti, può essere applicato per riparare le parti mancanti dell’elemento dentale rotto.

Risulta essere altamente estetico, soprattutto parlando degli ultimi materiali compositi di nuova generazione, nano riempiti.

Tale trattamento permette di ristabilire l’aspetto originale del dente e – spesso – renderlo addirittura migliore di prima.

La procedura è economica e rapida (non più di un’ora per dente).

Uno svantaggio è che la ricostruzione in composito di un dente spezzato deve essere controllata e lucidata, spesso perchè tende a macchiarsi o consumarsi, essendo il materiale composito “morbido”.

Realizzazione di un intarsio estetico

inserimento intarsio dentale su dente spezzato

La ricostruzione non è però la soluzione migliore quando la frattura dentale è molto estesa e si trova in una zona sottoposta a forze masticatorie elevate, come ad esempio su una cuspide di un molare.

Su un dente così debole la ricostruzione non basta: si può intervenire con un INTARSIO, una ricostruzione in composito o in ceramica fatta in laboratorio, che risulta estremamente precisa e molto più resistente.

Il costo economico di un intarsio dentale è un poco più elevato, ma dà sicuramente maggiori garanzie di durata nel tempo rispetto ad una otturazione.

Uno svantaggio, se così possiamo considerarlo è che il trattamento necessita di due sedute, una per la preparazione dell’intarsio e una per la cementazione dello stesso.

Applicazione di faccette dentali su denti scheggiati

Un’altra opzione estremamente valida da un punto di vista estetico, nel caso cui il dente incisivo fratturato presenti un pezzo mancante grande, è applicare una faccetta in ceramica.

Si tratta di una sottile sfoglia di ceramica (o composito) che viene applicato sulla superficie del dente per ripristinare la parte mancate ed ha una valenza estetica e strutturale altissima.

 

correzione inestetismo con faccette dentali presso lo Studio Falchetti di Roma

È una soluzione molto vantaggiosa, soprattutto perché non è un trattamento troppo invasivo.

Lo svantaggio è che si tratta di un intervento irreversibile, visto che per applicare la faccetta estetica dentale bisogna di solito rimuovere una porzione di smalto dal dente.

Le tecnologie a nostra disposizione fanno comunque propendere per questa opzione terapeutica, priva di rischi e qualitativamente eccellente.

Il costo è decisamente più elevato rispetto alla ricostruzione in composito, ma consideriamo che la ceramica è un materiale di eccellente qualità: resistente e altamente estetica.

Corona dentale su dente fratturato

Quando la frattura dentale è molto seria, a tal punto che è rimasto davvero poco della struttura originale del dente, la strada percorribile è solo una: la corona dentale (o capsula).

Si tratta di una sorta di cappuccio di ceramica o zirconia, che viene applicato sul dente per ristabilirne l’estetica e la funzionalità.

Solitamente quando si mette una corona è perchè il dente presenta gran parte della struttura compromessa, e solitamente è anche necessario sottoporlo a una terapia canalare.

I denti spezzati con poca struttura residua, facilmente hanno una lesione moto vicina alla camera pulpare, e anche se inizialmente asintomatici potrebbero sviluppare successivamente problematiche.

Come si svolge l’intervento di inserimento di una corona dentale?

corona dentale inserita su dente fratturato

Una volta devitalizzato e ricostruito con un perno in fibra, Il dentista lima il dente spezzato seguendone il perimetro e lo abbassa in altezza.

Dopodichè prende l’impronta e posiziona al successivo appuntamento una corona provvisoria in resina.

Aspettando l’adattamento dei tessuti alla corona provvisoria (circa una settimana), verrà in seguito presa una impronta di precisione e inviata al laboratorio, dove un odontotecnico realizzerà la corona definitiva.

Questa verrà poi cementata, se perfettamente realizzata e del colore gradito, sul dente rotto al posto di quella provvisoria.

Si tratta di una procedura che dovrebbe essere eseguita il prima possibile, perché quando un dente è spezzato la polpa è esposta e i nervi non sono protetti.

Le corone possono essere realizzate con diversi materiali: i migliori sono la zirconia e la ceramica, per la loro resa estetica naturale e la loro resistenza, ed inoltre sono metal free.

Ricostruzione dente scheggiato o spezzato a Roma

Nel nostro Studio dentistico di Roma San Giovanni ci è capitato di accogliere pazienti che avevano tentato di riparare da soli i propri denti o le proprie protesi dentarie, per esempio con l’Attack o con altri collanti industriali.

Sembra superfluo dirlo, ma questi comportamenti sono pericolosi per la salute, perché le colle possono danneggiare gravemente l’organismo o il dente stesso.

L’unica figura professionale che può riparare un dente rotto è l’odontoiatra: quindi, se hai subito un trauma dentale, non provare rimedi casalinghi, ma chiama al più presto il tuo dentista.

Se abiti a Roma o comunque nelle vicinanze, sappi che in caso di dente scheggiato, spezzato o fratturato, la soluzione migliore è affidarsi alla competenza del nostro team di esperti in ortodonzia.

Lo Studio Falchetti è all’avanguardia nella ricostruzione di denti spezzati o scheggiati.

Per un primo consulto, non dovrete fare altro che contattarci allo 06 7720 1233 o al 392 8022 767, oppure compilare il form seguente per prenotare una prima visita!

Ci troviamo a Roma, in Via Cappadocia 12-18.

[]
1 Step 1
Consenso privacy
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder

Dottoressa Paola Falchetti

Titolare dello Studio Dentistico Dr.ssa Paola Falchetti di Roma San Giovanni.
Laureata con lode in Odontoiatria e Protesi dentaria nel 2007 presso l’Università “Cattolica del Sacro Cuore” di Roma.
È iscritta all’Albo dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Roma n. 5615.
Specializzata in Chirurgia Odontostomatologica nel 2011 presso l’Università “G.D’Annunzio” di Chieti.
Relatrice su metodiche implantari e ricostruttive collabora attivamente presso rinomati studi dentistici.

CV completo della Dottoressa Paola Falchetti
Dottoressa Paola Falchetti